Grifone Hotel

Perugia

Perugia è una delle più belle città etrusche d’Italia. Le sue pietre dai colori caldi, i suoi palazzi maestosi e i continui saliscendi hanno affascinato poeti e pittori di ogni secolo. Il centro storico sorge su una collina e altre colline, visibili in molti punti delle vie cittadine, lo circondano. Il cuore antico di Perugia è un variegarsi di forme, volumi e colori: mattoni, travertino, marmi, colonne, archi, porte, mura che tracciano la sua lunga storia e quella dei popoli e delle civiltà che l’hanno abitata: etruschi, romani, la ricchezza dello Stato Pontificio.

Da non perdere: Galleria Nazionale dell’Umbria, che custodisce, tra gli altri, opere del Pinturicchio, di Piero della Francesca e del Perugino Museo Capitolare di San Lorenzom, Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria; Museo delle Porte e delle mura Urbiche; L’Arco Etrusco, una delle sette porte delle mura etrusche di Perugia.
Fu costruito nella seconda metà del III secolo a.C. e fu fatto ristrutturare da Augusto nel 40 a.C. dopo la sua vittoria nella guerra di Perugia. Rappresenta la più integra e monumentale delle porte etrusche cittadineLa Fontana Maggiore (detta anche Fontana di Piazza), simbolo di Perugia situato al centro di piazza IV Novembre. Costruita alla fine del 1200, per celebrare il nuovo acquedotto della città, è composta da due vasche di marmo decorate con rappresentazioni dei mesi dell’anno, della tradizione agraria e della Bibbia.
Palazzo dei Priori, un imponente edificio duecentesco in stile gotico: oggi è sede del Municipio e ospita anche la Galleria Nazionale dell’Umbria. Le stanze di questo palazzo sono davvero magnifiche, la Sala dei Notari e la Sala del Consiglio sono ricche di affreschi e decori antichi, tra cui anche un’opera del Pinturicchio.

La Cattedrale di San Lorenzo in piazza IV novembre è una delle basiliche più famose, come anche la Chiesa di San Severo, con i suoi unici affreschi che portano la firma del Pinturicchio e di Raffaello. La basilica più grande e imponente di tutta l’Umbria si trova proprio sulla collina di Perugia: la Basilica di San Domenico, che vanta anche una delle più grandi finestre gotiche costruite nel Quattrocento.